fbpx

Da Silvaplana all’anticima del Piz Albana

Val Engadina – Svizzera

Nei Grigioni per una nuova escursione in Val Engadina.

Per la seconda volta, causa di mancanza di neve sulle amate Orobie Bergamasche, mi trovo nell’arco di un paio di settimane a oltrepassare il famoso Maloja Pass e arrivare in quella formidabile e stupenda valle chiamata Val Engadina della quale vi avevo già parlato qui.

Per questa occasione colgo al volo l’invito di Max Borella che scalpitante come un cavallo necessitava di neve fresca e di un compagno di viaggio per affrontare questa prima ascensione in splitboard al Piz Albana. Un paio di telefonate e si parte quindi in direzione di Silvaplana per dar vita a questa nuovo itinerario con splitboard ai piedi.

piz albana splitboard“Vento e temperature rigide quel giorno -15 C.”

L’escursione in splitboard verso la vetta del Piz Albana (o all’anticima in base alle proprie capacità e soprattutto in base alle condizioni della neve e del vento) parte pochi tornati sopra l’abitato di Silvaplana, percorre qualche chilometro fino a raggiungere un primo tunnel.

Alla sua uscita (quota 1950 mslm circa) potrete trovare un piccolo parcheggio sulla vostra sinistra e un edificio di cemento armato sulla vostra destra.

Parcheggiare (gratuito) e una volta attraversata la strada  entrare in quello che nel periodo estivo è un pascolo verde.

Le relazioni lette e le nostre ricerche indicavano un itinerario (direzione Nord Ovest) differente da quello abbiamo fatto, entrati quindi in campo aperto con percorso libero guadagnare quota fino ad arrivare a circa 2100 mslm mantenendo una direzione Nord Est che vi porterà in direzione di un grande canale proprio alla vostra sinistra.

silvaplana va lengadina

“Vista sul lago di Silvaplana parzialmente ghiacciato”

A quel punto dovrete avventuravi in un breve ed ripido tratto che vi farà guadagnare  quota uscendo nuovamente in campo aperto senza non prima aver “scavalcato” qualche complicazione dovute anche alla vegetazione e alcune rocce.

Da questo punto potete proceder in sicurezza sul versante Est dell’Alp Secha, dietrofront su dietrofront arriverete a quota 2800 mslm circa, l’anti cima del Piz Albana è raggiunta.

Ora, con una critica autovalutazione, potete valutare in primis le vostre condizioni e quelle del manto nevoso per inoltrarvi nello stretto canale che vi trovate difronte per poi sbucare in vetta del Piz Albana.

La nostra escursione è terminata proprio all’anti cima; il forte vento, le nevicate dei giorni precedenti e gli accumuli presenti ci hanno fatto optare per un rientro all’auto seguendo indicativamente la stessa traccia di salita.

Consiglio di evitare il punto critico della salita indicato poco sopra e con un po’ di coraggio entrare nel canalino alla vostra destra che vi porterà in poco tempo nei prati della partenza e da lì all’auto.

  • /

Itinerario svolto in data: 28 Dicembre 2018
Partenza Itinerario:
Silvaplana
Località/Valle: Val Engadina
Catena Montuosa: Alpi Retiche
Cartina: n.d.
Quota di partenza: 1995 mslm
Dislivello: 750 circa
Punti d’appoggio: nessun rifugio lungo la via
Dove pranzare: Moreschi Gusto e Qualità, Via Strada Comunale, 1, 23020 Prata Camportaccio – SO