fbpx

Da Piazza del Duomo a Milano fino a Canonica d’Adda in totale sicurezza.

Non è gravel ma in ogni caso merita di essere percorsa per scoprire un itinerario cicloturistico lungo il Canale Martesana.

Milano senza auto e con una ciclabile che segue il Naviglio Martesana.

Ti è mai capitato di andare a Milano a metà Agosto? Se non l’hai mai fatto ti consiglio vivamente di provare questa esperienza.

Sì esperienza, perché se come me sei abituato a vivere Milano durante l’anno e ogni volta che vai per lavoro trovi solo stress, tensioni, traffico e confusione questa potrebbe essere l’occasione per rivalutare il capoluogo di regione lombardo.

city life milano

“Milano 16 Agosto ore 7,55”

Ah se poi ci aggiungi oltre al deserto estivo un orario di partenza degno del migliore “magutto” bergamasco allora stai certo che lungo la ciclovia del Naviglio Martesana incontrerai simpatiche nutrie, papere e aironi.

Da piazza del Duomo verso la periferia di Milano.

Sveglia presto e si salta in sella se non prima d’aver bevuto un buon caffè nel centro di Milano. Piazza del Duomo.

Arrivo di proposito alle prime ore del mattino in centro Milano per vivere questa strana situazione di calma e silenzio. Sono da poco passate le otto del mattino quando in sella alla mia bici mi districo per le vie del centro ammirando il Teatro la Scala, il quartiere di Brera e in qualche modo sbucare nei pressi dei super nuovi palazzoni e raggiugnere quindi via Gioia in totale serenità.

halo sandro

“Un caffè e si parte!”

Praticamente nessuno per strada, zero auto, zero taxi solo qualche autobus di linea e una pace irreale. In meno di cinque chilometri mi ritrovo sulla ciclabile che per altri 32 chilometri circa costeggia il Naviglio Martesana fino al comune di Canonica d’Adda.

Direzione Nord-Est lungo la ciclabile Naviglio Martesana.

Impossibile mancare l’ingresso di quella che è la pista ciclabile più trafficata dei milanesi. Una volta giunti in Via Gioia arriverete nei pressi di un grande cascinale giallo, proprio qui il Naviglio Martesana si “nasconde” sotto terra e vi basterà buttare l’occhio alla vostra destra per trovare l’ingresso alla ciclabile.

via gioia milano naviglio martesana

“Primi metri di ciclabile Martesana”

Ovviamente il contesto è ancora quello cittadino super antropizzato con qualche aiuola verde, panca e moltissimi edifici adiacenti all’itinerario. Pian piano, chilometro dopo chilometro inizierete ad assaporare il gusto di aria aperta e ampi spazi.

murales ciclabile naviglio martesana

“Graffiti e Ciclismo!”

Dopo 7 chilometri vi troverete all’interno del Parco Martesana per in pochi istanti superare Palmanova dove il sottopassaggio della Tangenziale Est vi farà “uscire” dalla città di Milano.

Con il sole in faccia si pedala verso Est.

Da questo momento in poi il vostro Azimut è 90°, si punta ad Est e se come me avrete deciso di partire presto al mattino avrete a farvi compagnia il sole che chilometro dopo chilometro si alzerà nel cielo.

Alla vostra sinistra lo scorre delle acque del Naviglio Martesana vi terrà compagnia mentre nel frattempo avrete superato senza rendervene conto l’abitato di Vimodrone e Cernusco sul Naviglio.

La ciclabile di larghezza quasi sempre costante vi permetterà di pedalare in sicurezza, sul vostro percorso inizierete ad incontrare sempre più persone quindi la prudenza sopratutto nei punti di attraversamento con le strade laterali deve sempre essere alta.

I chilometri salgono e l’assenza di dislivello renderà questa pedalata agile, piacevole e rilassante tanto che dopo 22 chilometri sarete già in quel di Gorgonzola.

Tra campi ci si avvicina sempre più verso il territorio bergamasco

Usciti dall’abitato di Gorgonzola il cambio di panorama si rende più netto, tra un centro abitato e l’altro ora ci sono campi e in lontananza si possono vedere cascinali.

Si raggiunge quindi Gessate per poi entrare nel cuore di Inzago dove la ciclabile con una netta curva di 90° vi farà pedalare in direzione Nord.

pista ciclabile martesana

Nessun problema il Naviglio Martesana sarà sempre lì alla vostra sinistra e senza rendervene conto si arriva a Groppello d’Adda dove un grande mulino ancora ruota lentamente sospinto dalla forza dell’acqua del naviglio.

Un po’ di Gravel non fa mai male.

Fino a questo punto la ciclabile era su terreno asfaltato alternato in alcuni casi e tratti a pavè o lastricati che caratterizzano i centri urbani.

Superato Groppello d’Adda si entra in Località Adda-Morta, una piccola riserva naturale caratterizzata da una bella strada bianca che in meno di 4 chilometri vi conduce fino a Vaprio d’Adda proprio sul grande ponte che segna il passaggio all’abitato di Canonica d’Adda per entrare quindi in territorio bergamasco.

mulino ad acqua naviglio martesana

“Mulino ad Acqua lungo il Naviglio Martesana”

Qui è dove il Naviglio Martesana “nasce” o “muore” in base al senso di percorrenza della ciclabile. Avrete quindi percorso poco più di 35 chilometri e la vostra pedala lungo la ciclabile Martesana si può ritenere conclusa.

Rientro a Milano, bici o treno?

Ora che siete giunti a questo punto sta a voi scegliere se ripercorrere la stessa ciclabile in direzione opposta per rientrare a Milano (potete arrivare anche solo fino a Gessate per poi prendere la Metro) oppure pedalare nelle campagne fino ad arrivare a Treviglio dove per mezzo treno arrivare direttamente in Stazione Centrale a Milano.

Itinerario adatto a tutti. Let’s Ride.

La semplicità e l’assenza di dislivello di questo itinerario rende la ciclabile a portata di tutti, che siate in MTB, e-bike, bici da strada, gravel e o bici da passeggio non preoccupatevi che potete tranquillamente trascorrere qualche ora in totale sicurezza e serenità scoprendo un itinerario ricco di storia e cultura attraversando centri abitati che han basato per molti anni la loro economia agricola proprio sulle preziose acque del Fiume Adda deviate nel Naviglio Martesana.

cinelli hobo e borse apidura

“Pedalando verso casa!”

Non vi resta che scaricare la traccia GPX qui sotto e tenerla come punto di riferimento in caso di bisogno, una volta entrati nella Ciclabile Martesana è praticamente impossibile perdersi! Buona pedalata!

Ottieni il link per la traccia GPS

Invia il file a:

I confirm that I have read and agree to the Privacy Policy.

Voglio restare aggiornato su escursioni, itinerari e nuove tracce.

  • /

Itinerario svolto in data: 16 Agosto 2020
Partenza Itinerario:
Milano – Piazza del Duomo
Km traccia: 37 Km circa
Dislivello Complessivo: 250 metri circa
Acqua sul percorso: Occhi ben aperti potete trovare qualche fontanella.

I contenuti e le tracce GPS presenti sul mio Blog ti sono stati in qualche modo utili? Contribuisci con una donazione libera!donazione-halo-sandro