fbpx

Pedalando sulle sponde del Fiume Oglio fino al Lago d’Iseo.

90 km di itinerario ad anello all’interno del Parco del Fiume Oglio Nord.

Itinerario per Gravel Bike e MTB lungo il Fiume Oglio da Rudiano a Sarnico. Scopri il Percorso di Gravel Trophy.

Se nell’articolo precedente avevo introdotto il Fiume Oglio con un’escursione lungo il tratto Sud che da Isola Doverese porta fino al fiume Po, in questa pedalata invece andremo a scoprire la parte Nord che per mezzo di un percorso ad anello vi permetterà di raggiungere il centro di Sarnico per ammirare il Lago d’Iseo e tornare verso la pianura fino a toccare l’abitato di Rudiano.

La traccia che potrete scaricare gratuitamente a fine descrizione è stata realizzata dagli organizzatori di Gravel Trophy, un evento aperto agli appassionati di Gravel Bikes e MTB che ha dato a me e ad altri 60 ciclisti la possibilità di scoprire questo tratto di fiume attraverso strade secondarie, strade bianche e sentieri.

fiume oglio nord ciclabile

“Prime foschie del mattino in direzione di Soncino”

Trattandosi di un anello potete percorrerlo in entrambi i sensi di marcia ed “entrare in traccia” dove più vi è comodo. Seguendo il percorso originale si lascia l’abitato di Rudiano alle spalle e si pedala in direzione Sud seguendo fin da subito la pista ciclabile Tonale-Po che per mezzo di strade asfaltate e sterrati di campagna vi permetterà di superare i territori di Roccafranca fino ad arrivare al ponte sul fiume Oglio nel territorio di Orzinuovi.

Qui seguendo la strada principale (uno dei pochi tratti di strada traffica) attraverserete il fiume Oglio per entrare nel territorio di Soncino dove per mezzo di un percorso ciclo-pedonale si arriva all’ingresso del Borgo Medioevale.

La traccia vi permetterà di visitare alcuni angoli caratteristici del paese e vi consentirà di ammirare il famoso e ben costudito Castello di Soncino.

gravel trophy

“Scarica la traccia, perdersi è sempre divertente

Per mezzo di un piccolo anello si tornerà nei pressi delle mura di accesso al borgo per poi seguire la strada secondaria che in pochi chilometri vi condurrà a Torre Pallavicina.

Dimenticate l’asfalto, una svolta a destra (20esimo chilometro circa) vi condurrà nuovamente sulle sponde del fiume Oglio dove costeggiando un largo canale raggiungerete prima l’abitato di Pumengo e successivamente Calcio.

Qui andrete a intercettare alcuni chilometri della Ciclabile Calcinana fino ad arrivare a Cividate al Piano e successivamente al paese di Pontoglio dove per mezzo di un bel single track si pedalerà veramente a pochi metri dal fiume per arrivare quindi a Palazzolo sull’Oglio dove per mezzo di ripidi strappi si attraversano angoli caratteristici.

itinerario gravel fiume oglio

“sullo sfondo l’abitato di Cividate al Piano”

Giusto il tempo di riprendere fiato e andrete nuovamente a pedalare sulla sponda del fiume dove una pista ciclabile sterrata vi permetterà di spingere sui pedali e sbucare tra le vigne della ValCalepio, abbandonerete le strade secondarie per pochi chilometri per discendere verso l’antico porto di Credaro per poi risalire nuovamente nei pressi del paese dove seguendo sentieri sterrati si arriverà al cimitero del paese.

Pochi metri di asfalto e nuovamente si entra in un Single Track che costeggia la Corna di Credaro, rapporto agile per superare brevi tratti di salita per poi entrare in una parte tecnica in discesa, qui inizierete a intravedere il lago d’Iseo e l’abitato di Sarnico che dista solamente un paio di chilometri.

lago d iseo

“Pausa foto”

Per mezzo di un percorso cicloturistico entrerete quindi nell’abitato di Sarnico fino a giungere al ponte che collega la sponda bergamasca da quella bresciana. Gustatevi un Caffe o un Gelato prima di salire nuovamente in sella e affrontare gli ultimi 35 chilometri che vi separano da Rudiano.

A questo punto sarete a circa 60 chilometri percorsi, il grosso della fatica è superato se non per il muro che costeggia la Corna di Credaro che avete percorso poco prima.

Per mezzo di una ripida strada asfaltata andrete ad aggirare la Corna di Credaro e sbucherete sulla statale, mantenevi per circa 100 metri sul marciapiede così da evitare due attraversamenti pericolosi.

salita credaro ciclabile

“Corna di Credaro, spingere e non fiatare!”

La traccia infatti poco dopo vi farà svoltare nuovamente a sinistra per condurvi prima verso il cimitero di Credaro e poi per strade sterrate verso le sponde del fiume Oglio percorrendo a ritroso il tratto fino a Palazzolo sull’Oglio.

Qui attraverserete il fiume per mezzo di ponte di pietra ed entrerete nel centro storico, seguite le indicazioni della ciclabile Tonale-Po e in meno di un chilometro sarete fuori dall’abitato e nuovamente sulla sponda del fiume, questa volta la sponda sinistra.

La ciclabile con fondo asfaltato vi riporterà nei pressi di Pontoglio dove un largo canale costeggia il vostro itinerario, continuerete a pedalare verso sud attraversando l’ampia campagna che separa gli abitati di Pontoglio e Urago d’Oglio.

Grazie ad un sottopassaggio entrerete nella ciclopedonale Vescovata, passerete nuovamente al di sotto della BreBeMi e rientrerete nel territorio di Rudiano. Un’ultima salita vi porterà nel centro del paese dove potrete raggiungere facilmente il punto di partenza del vostro itinerario.

gravel is fun

“Grazie Andre e Giorgino per la compagnia!”

Avrete quindi concluso il vostro itinerario di circa 90 km, un percorso adatto a tutti che non implica particolare preparazione se non una buona tecnica di guida nei tratti più stretti e sulle discese sterrate. Complimenti ancora a chi ha dedicato il proprio tempo per “tracciare” e dar vita a questo itinerario, viva Gravel Trophy.

Se vuoi scoprire altri itinerari da percorre in sella alla tua Gravel Bike allora visita la sezione escursioni in bici gravel!

  • /

Strava: link diretto attività
Itinerario svolto in data:
12 Settembre 2019
Partenza Itinerario:
 Rudiano – Bs
Km traccia: 90 Km circa
Dislivello Complessivo: 700 metri circa
Acqua sul percorso: In tutti i comuni nel centro delle piazze o nei pressi dei cimiteri.
Maggiori Informazioni: Pagina Facebook di Gravel Trophy, ideatori della traccia.