fbpx

Nellla Bassa Bergamasca, scopri il percorso ciclabile della Calciana

Giro ad anello che tocca i comuni di Martinengo, Mornico al Serio, Palosco, Cividate al Piano, Calcio, Pumenengo, Torre Pallavicina, Gallignano, Fontanella, Antegnate, Covo, Cortenuova.

Non si finisce mai di scoprire la Bassa Bergamasca. Grazie Ciclabile Calciana.

Vivo nel territorio della Bassa Bergamasca Orientale da sempre, dal 1982 per l’esattezza, e credetemi che pensavo d’averla girata per lungo e in largo negli anni dell’adolescenza quando si usciva per gli allenamenti in Mtb prima e poi quando più grandi si giravano le birrerie di ogni singolo paese.

Bello ricredersi e scoprire che ci sono sempre posti nuovi, percorsi e itinerari che ti permettono di dire… “dopotutto non vivo in un brutto posto”! A volte basta aver voglia di saltare in sella alla propria bici e percorre strade di campagna senza aver ben idea di dove voler andare.

Fortunatamente da poco più di un anno ora le strade da percorre son ben segnalate ed è nata una ciclabile veramente interessante sotto diversi punti di vista. Strade secondarie, sentieri, piste ciclabili collegate da segnaletica ben riconoscibile danno vita a quella che viene chiama la Ciclabile Calciana.

Un percorso ad anello che si sviluppa tra i comuni di Cividate, Calcio, Pumenengo, Torre Pallavicina, Gallignano (Soncino), Fontanella, Antegnate, Covo, Cortenuova, Martinengo, Mornico al Serio, Palosco, Pontoglio che va a formare un itinerario cicloturistico di oltre 60 km.

Ogni comune si è fatto carico di realizzare sul proprio territorio tratti di collegamento e interventi migliorativi per tutelare i ciclcisti permettendo di pedalare in sicurezza creando piste ciclabili e scegliendo strade poco trafficate. Segnaletica di percorso e bacheche con informazioni storiche e culturali sono presenti in ogni comune per offrire un’esperienza a contatto con il territorio.

Pur abitando a pochi chilometri da Martinengo, non avevo mai avuto modo di percorre la Ciclabile Calciana che passa proprio in Via Ambrogio da Martinengo dove tutti i giorni mi reco al lavoro. Quasi per caso una sera ho notato il cartello che indicava il collegamento con il comune di Mornicno e Palosco così ho deciso di scoprire meglio questo nuovo itinerario che si può percorre in MTB , Gravel Bike e bici da ciclo turismo.

Essendo un itinerario ad anello  potete iniziarlo in qualsiasi punto del percorso, se venite da fuori provincia o comunque utilizzate il treno per raggiungere la bassa bergamasca è consigliato partire dalla stazione dei treni di Calcio che risulta essere anche la “partenza ufficiale” del percorso.

Come anticipato per comodità mi son recato in quel di Martinengo scoprire l’itinerario Ciclabile Calciana. Entrato nell’abitato di Martinengo passando per via Antonio Locatelli si attraversa l’intero paese per sbucare nella direzione opposta e trovarsi a percorrere Via Ambrogio da Martinengo. Qui non si può sbagliare, la strada principale mi immette nel primo assaggio di campagna e pianura e per mezzo della pista ciclabile mi lascio le spalle il paese di Martinengo fino ad uscire dalla ciclabile e percorre poco più di un chilometro sulla strada secondaria.

“Ingresso in via Locatelli a Martinengo, il mio punto di partenza.”

Dopo circa 4 chilometri si svolta a sinistra per seguire le indicazioni per Mornico al Serio, si attraversano delle cascina e in poco tempo si arriva nell’abitato cittadino (prestare attenzione il Sabato c’è il mercato e il rischio di non vedere le indicazioni è alto, scarica la traccia per sicurezza). Si prosegue seguendo la strada che conduce a Cividate al Piano, qui una deviazione sulla sinistra vi porterà prima ad attraversa la statale grazie alla presenza di semaforo e poi costeggiare un fontanile che vi darà il benvenuto nel territorio di Palosco.

Poco più di un chilometro in una stretta strada secondaria e si sbuca alla rotonda, superatela, oltrepassate il fiume Cherio e fate visita al centro abitato che si trova proprio sul confine tra Bergamo e Brescia. Seguendo le indicazioni vi troverete su una strada secondaria con pista ciclabile che vi condurrà nei pressi di Pontoglio dove avrete occasione di pedalare a fianco del Fiume Oglio.

Seguendo sempre la strada asfaltata che conduce da Pontoglio a Cividate al Piano arriverete nei pressi di una piccola “santella”, qui le indicazioni vi faranno svoltare a sinistra ed entrerete in uno dei tratti più belli di questo primi 15 chilometri.

Avrete modo di pedalare per qualche chilometro sulla sponda destra del fiume Oglio, una pista ciclabile sterrata ma scorrevole che vi condurrà ai piedi del paese di Cividate dove un ponte ciclabile di recente costruzione vi condurrà verso il Santuario.

“Il tratto di pista ciclabile nel comune di Cividate al Piano”

Continuate in direzione di Calcio, attraverserete strade di campagna segnate dai solchi dei trattori e sul vostro percorso incontrerete cappelle e piccole strutture dedicate al culto della Madonna, durante l’avvicinamento a Calcio sarete obbligati a transitare sotto il ponte della ferrovia Brescia-Milano, cercate di aggirare il cantiere in corso fino a raggiungere il Naviglio Civico di Cremona che vi condurrà in poco tempo nel centro abitato di Calcio.

Dedicate qualche minuto alla vista del centro, famoso per i dipinti sulle facciate delle case per poi riprendere l’itinerario che segue il naviglio. Usciti dall’abitato un nuovo “ostacolo” vi darà forse qualche noia. La tanto criticata Bre-Be-Mi, che ha effettivamente stravolto la viabilità secondaria dei comuni attraversati, vi potrebbe causare un senso di smarrimento. Niente paura, sentieri sterrati vi permetteranno di passare sotto i piloni dell’autostrada e riportarvi nuovamente sulla strada asfaltata che vi condurrà in quel di Pumenengo dove il castello cittadino che vedrete alla vostra sinistra vi darà il benvenuto.

castello-pumenengo

“Castello di Pumenengo”

Oltrepassate il naviglio e subito dopo immettetevi nella strada sterrata a destra e costeggiate il canale fino ad arrivare in quel di Torre Pallavicina. Qualche chilometro immersi nel verde e nell’ombra delle alte piante per ricordarvi che siete solo a metà del vostro itinerario e che una volta arrivati a Torre Pallavicina (consigliata la sosta al Palazzo Barbò) abbandonerete i canali e il fresco degli argini per entrare nel cuore della Bassa Pianura Bergamasca.

“Verso Torre Pallavicina lungo il naviglio”

Seguendo la strada secondaria raggiungerete prima il piccolo abitato di Santa Maria e poi la frazione di Gallignano. Qui uscendo dal paese in direzione nord si entra in una strada sterrata che vi condurrà dopo poco di un chilometro all’ingresso di un grande allevamento di suini, svoltate a destra e vi troverete a pedalare su una strada secondaria che nell’arco di qualche chilometro vi permetterà di raggiungere il centro abitato di Fontanella.

Sbucati sulla circonvallazione esterna di Fontanella, dovete attraversa il provinciale ed entrare in un piccole sentiero che vi condurrà prima nei pressi del centro sportivo e poi nel centro abitato. Attraversate interamente l’abitato per arrivare al semaforo che regola il traffico su Via Cremona, quindi svoltare a destra percorretela utilizzando la pista ciclabile fino a raggiungere Antegnate.

“La ciclabile che collega Fontanella a ad Antegnate”

La segnaletica vi porterà nel centro paese per poi ricondurvi sulla pista ciclabile che collega il paese di Covo caratterizzato dal famoso mulino che potrete vedere alla vostra sinistra una volta giunti al semaforo del centro.

Continuate lungo la strada principale che si collegherà poco dopo alla pista ciclabile che segue il perimetro del lago della Cava Pesenti, qualche chilometro immersi nella pianura vi condurrà prima nei pressi di Santa Maria del Sasso, dove con un pratico sottopasaggio si supera la linea ferroviaria Brescia-Milano e si raggiunge l’abitato di Cortenuova.

Uscite dall’abitato in direzione di Martinengo, ora solo quattro chilometri vi separano dal punto di partenza e dalla chiusura di questo anello ciclabile. Prima di giungere nell’abitato di Martinengo si passa in località Terre Rosse e per strade secondarie si giunge all’abitato di Martinengo.

Avrete percorso e scoperto anche voi la Bassa Pianura Bergamasca seguendo le strade della Ciclabile Calciana, una sessantina di chilometri visitando per altro alcune località dello storico film “L’albero degli zoccoli”. Scarica la traccia GPS e raggiungi il punto di partenza più comodo. Scopri così la Pianura Bergamasca a ridosso del confine con la provincia di Brescia.

Se ancora non hai letto gli altri itinerari in bici che ho percorso ti invito a far visita anche alla sezione dedicata all’interno del sito. Buone pedalate!

  • /

Strava: link diretto attività
Itinerario svolto in data:
20 Luglio 2019
Partenza Itinerario:
 Martinengo
Km traccia: 65 Km circa
Dislivello Complessivo: 300 metri
Acqua sul percorso: In tutti i comuni nel centro delle piazze o nei pressi dei cimiteri.
Maggiori Informazioni: Pro Loco Calciana