fbpx

A pochi chilometri da Bergamo, itinerario collinare nella bassa Val Cavallina

Pedalando tra i vigneti dell’Argon alla scoperta della salita del Grena ammirando dall’alto la Val Cavallina.

Parter De Zan con Bikefellas and Co. Alla scoperta della Bassa Val Cavallina.

Ancora una volta i ragazzacci di BikeFellas han dato vita ad una nuova ciclo avventura per amanti degl’itinerari Gravel!

In occasione dei mondiali di CicloCross han pensato bene di organizzare una pedalata domenicale di circa 55 chilometri alla scoperta di strade bianche, sentieri e salite annidate tra la valle dell’Argone e la bassa Val Cavallina.

Ritrovo a Bergamo, caffè da BikeFellas e via!

Chiamarlo bar o chiamarlo ciclo-officina risulta troppo riduttivo. BikeFellas ormai è il punto di riferimento per moltissimi amanti della bicicletta che siano essi ciclisti della domenica, “sciure” di quartiere o ciclisti professionisti.

Come spesso avviene il punto di ritrovo è proprio qui e così è stato anche lo scorso 2 Febbraio. Un caffè, due saluti e pronti a partire seguendo rigorosamente le tracce realizzate dagli amici di komoot

Partenza scalda gambe per evadere dalla città.

Il gruppone di circa cinquanta partecipanti lascia alle spalle BikeFellas e in pochi minuti di pedalata nel classico traffico domenicale del centro città si dirige verso l’abitato di Seriate dove finalmente inizia a respirare l’aria di strade secondarie.

In poco meno di 10 km di percorso scalda gambe, la città con le sue auto resta un semplice ricordo e le prime dolci colline si iniziano ad intravedere man mano che si pedala verso Est entrando quindi prima nell’abitato di Albano Sant’Alessandro e subito dopo in quel di Brusaporto.

Tra vigne e piste ciclabili a ridosso delle colline.

Giunti all’ingresso del comune di Brusaporto si accede a quella che a tutti gli effetti è una pista ciclabile che ricalca nel primo tratto la collina del paese, un paio di strappi su strada cementata ci portano subito a guadagnare una bellissima vista sulle vigne sottostanti.

costa-mezzate-pista-ciclabile

“Nei pressi di Brusaporto all’imbocco del percorso ciclabile”

Tra curve, contro curve, pedoni e un paio di attraversamenti con strade secondarie si giunge in quel di Bagnatica dove arriva il primo approccio con lo sterrato.

Una leggera salita di un chilometro ci porta in località Alpini proprio con il confine dell’abitato di Costa di Mezzate, qui per mezzo di una discesa abbastanza tecnica si arriva all’interno del borgo medioevale fino a giungere a Montello per vie secondarie.

Passando per campi e strade poco trafficate si giunge nell’abitato di Carobbio degli Angeli dove una bella salita al 10% ci conduce in poco meno di un chilometro nei pressi del Castello di Santo Stefano degli Angeli.

Si torna rapidamente a valle attraversando prima Gorlago e poi successivamente sbucare in quel di Zandobbio passando per un bellissimo tratto immerso nel verde e nel bosco.

Qualche chilometro di fango, sentieri in contro pendenza, guadi da oltrepassare e strade di campagne in leggera salita ci fanno sbucare nei pressi della piana di Zandobbio dove le grandi cave dominano il paesaggio creando gradoni di roccia naturale.

maicol-cicli-corsa-gravel

“La felicità di dover spingere la bici”




Lungo la salita di via Grena, ovviamente sterrata!

Giunti in quel di Zandobbio in pochi minuti ci ritroviamo in via Grena da dove prende inizio una salita regolare di 3/4 chilometri che ci porta a scalare il colle che presenta massicci segni di cavatura da parte dell’uomo. Un bel tratto che senza troppo impegno e fatica (escluso l’ultimo chilometro che si inerpica per mezzo di una strada sterrata e sconnessa) ci conduce con l’intersezione della strada che sale verso la Buca del Corno.

selva-di-zandobbio-grena

“Via Grena e la salia verso la Buca del Corno”

Qui la vista si apre sulla sottostante Val Cavallina e verso i Colli di San Fermo ben riconoscibili puntando lo sguardo verso Nord-Est. Seguendo per circa due chilometri la discesa asfaltata si giunge in prossimità di due stretti tornanti, ci teniamo sulla sinistra per imboccare un sentiero tecnico e trovarci sulle sponde del fiume Cherio.

buca-del-corno

Attraversiamo quindi l’abitato di Trescore Balneario per ritrovarci alle pendici delle colline della valle d’Argon.

Colle dei Pasta, versione sterrata e il gioco si fa duro!

Mecca di moltissimi ciclisti bergamaschi il Col di Pasta è famoso per le sue differenti varianti di salita su strada asfaltata.

Per noi amanti dei sentieri le varianti sono infinite ma di certo la più bella e “pedalabile” è quella che per mezzo di una serie di tornanti sterrati conduce prima all’interno di un castagneto e poi ci permette di sbucare al punto di incrocio delle classiche salite asfaltate di Torre de Roveri e di Cenate Sotto e Sopra.

colle-dei-pasta-gravel

Due chilometri di salita totalmente sterrata con pizzi di pendenza del 22% che han obbligato molti a scendere e spingere anche per colpa del fango che limitava l’aderenza.

Giunti all’imbocco della strada asfaltata la discesa ci conduce a Tribulina di Scanzo per poi arrivare nei pressi di Scanzorosciate e per mezzo del ponte sul fiume Serio entrare nell’abitato di Gorle.

Qui l’arrivo a Bergamo è imminente, solo qualche chilometro ci divide da BikeFellas senza prima passare Redona, Borgo Santa Caterina e Piazza Pontida.

Scarica la traccia e scopri la Bassa Val Cavallina

L’itinerario Gravel alla scoperta della Bassa Val Cavallina con partenza da Bergamo si conclude con uno sviluppo di circa 55 chilometri, non pensiate che per questo motivo possa essere semplice visto che comunque il suo dislivello di 750 metri si sviluppa prevalentemente su salite sterrate e in certi punti tecniche tanto da dover condurre a mano.

ciclisti-anarchici

“Anarcocyclist!”

Visto il suolo molto argilloso nei pressi della conca di Zandobbio e nei pressi del Plis dell’Argon consiglio di evitare questo itinerario dopo piogge abbondanti per non dovervi trovare a lottare nel fango con la vostra bici gravel!

Se vuoi scaricare gratuitamente la traccia dell’itinerario sopra descritto allora clicca il bottone qui sotto e ricordarti di registrarti alla Newsletter per ricevere un recap mensile con itinerari e novità sul mondo gravel bikes!

Ottieni il link per la traccia GPS

Invia il file a:

I confirm that I have read and agree to the Privacy Policy.

Voglio restare aggiornato su escursioni, itinerari e nuove tracce.




  • /

Itinerario svolto in data: 2 Febbraio 2020
Partenza Itinerario:
Bike Fellas, Bergamo
Km traccia: 55 Km circa
Dislivello Complessivo: 750 metri circa
Acqua sul percorso: Fontanelle d’acqua nei pressi dei centri abitati.

I contenuti e le tracce GPS presenti sul mio Blog ti sono stati in qualche modo utili? Contribuisci con una donazione libera!donazione-halo-sandro