fbpx

Scopri l’itinerario del Sentiero dei Fiori con partenza dal Rifugio Capanna 2000.

Camminando immersi in un vero giardino botanico ai piedi del Pizzo Arera.

Un’escursione ai piedi del Pizzo Arera alla scoperta della sua flora.

Hai mai sentito parlare del Sentiero dei Fiori? Un luogo unico dove le pendici del massiccio che segnano la divisione tra Val Seriana e Val Brembana danno vita ad un vero e proprio giardino botanico.

All’interno del Parco delle Orobie esiste questo luogo incantato che si trasforma in vero laboratorio per tutti gli amanti di flora e vegetazione di montagna. All’occorrenza i suoi massi diventano banchi di scuola per naturalisti, fotografi e ricercatori di fiori; un luogo che va visitato per apprezzare al meglio le sue varietà floreali.

Come si raggiunge il Sentiero dei Fiori?

Come anticipato questo incantevole itinerario è un punto di congiunzione tra le due principali valli bergamasche. Accedere ai suoi sentieri quindi può risultare abbastanza facile grazie ai suoi tre principali “ingressi”.

Quello dal Roncobello in alta Val Brembana, quello da Valcanale e quello da Capanna 2000 con partenza da località la Plassa. Tutti e tre le varianti impongono un tratto di avvicinamento prima di accedere a tutti gli effetti all’interno di quello che risulta essere un itinerario ad anello.

In questo caso specifico vi parlerò dell’escursione con partenza da la Plassa nel comune di Oltre il Colle.

Alto, Basso, anello dei fiori? Come si sviluppa il sentiero?

Il sentiero dei fiori si caratterizza da un itinerario ad anello che permette l’esplorazione di un settore alto sotto le ripide pareti del Corna Piana e del Pizzo Arera e di un settore basso caratterizzato da una vegetazione di alta montagna con pascoli e rocce.

Il sentiero alto percorre un itinerario con ambientazione tipica di alta montagna sfiorando la quota più alta a circa 2100 metri e si compone di pietraie e strette mulattiere che costeggiano depositi di detriti rocciosi dove nel periodo estivo si possono ammirare bellissime fioriture.

sentiero dei fiori basso

La parte bassa invece si mantiene ad una quota media di 1700/1800 metri offrendo una varietà differente di fiori in pascoli ampi dove piccoli cespugli lasciano spazio a larici e al pino mugo.

Visto il periodo dell’anno l’itinerario di oggi ci condurrà alla scoperta del settore Basso dove la neve ha già dato spazio ad una verde e fresca erba e le prime fioriture sfidano le temperature della notte per iniziare a colorare i prati circostanti.

Scopri il settore Basso, con partenza da Capanna 2000

La stagione non è di certo la migliore per godersi delle fioriture del Sentiero dei Fiori ma la voglia di una camminata ai piedi del massiccio dell’Arera mi ha spinto comunque a fare un “giro” di perlustrazione.

La neve che per tutto l’inverno ricopre i pendii della zona pian piano inizia a dare spazio alle prime rocce, cespugli e appezzamenti di pascolo. Il versante Ovest che caratterizza l’anello del sentiero dei fiori gode di una buona irradiazione solare e il sentiero basso si presenta libero dalla neve in modo quasi totale.

Seppure siamo nel secondo weekend di maggio la natura offre comunque la possibilità di ammirare e godere del suo timido risveglio. I bucaneve fanno capire che a breve la flora si prenderà possesso dei prati e il paesaggio cambierà giorno per giorno offrendo nuovi colori.

sentiero dei fiori basso oltre il colle

L’avvicinamento al Sentiero dei Fiori con partenza da Oltre il Cole si caratterizza da un tratto a mio avviso noioso e poco interessante in quanto seguendo la strada carrabile che conduce al rifugio Capanna 2000 ci si porta in quota affrontando rampe lastricate a tratti con pendenza elevata e a tratti pianeggiate.

Per spazzare via la noia di questo avvicinamento basta però alzare lo sguardo verso Nord Est dove il Pizzo Arera vi darà il benvenuto oppure voltarsi verso sud Ovest per riconoscere la bellissima sagoma del Monte Alben e Monte Croce che vi porgerà le “spalle” mostrando la sua parete Nord.

monte alben parete nord

Arrivati in prossimità del Rifugio Capanna 2000 sulla sinistra si potrà vedere una bacheca che contraddistingue l’accesso al sentiero 222, un primo tratto in discesa vi condurrà all’interno di una conca per poi aprirsi vero la Valle Vedra e verso il Monte Menna.

Il sentiero segue il crinale in modo molto dolce e senza particolare dislivello offrendo sulla vostra destra una bellissima visuale del Pizzo Arera in principio e del Corna Piana successivamente.

In questo tratto che ricopre una distanza di circa 3 chilometri avrete la possibilità di ammirare differenti specie floreali. Ovviamente la stagione migliore per apprezzare l’ambiente che vi circonda varia da fine maggio per tutto il periodo che anticipa la calda estate anche in base alle nevicate e al clima dei mesi precedenti.




Arrivati al Passo del Branchino.

Al termine del sentiero che vi condurrà fino al Passo di Val Vedra dove alcune piccole baite vi daranno il benvenuto la vostra vista si aprirà verso il Passo del Branchino che si raggiunge seguendo il sentiero fino a giungere al lago che caratterizza questo luogo.

passo branchino sentiero dei fiori

Arrivati a questo punto l’escursione potrebbe continuare lungo il Sentiero dei Fiori Alto così da permettervi di concludere l’itinerario con un bellissimo giro ad anello.

Come ben chiaro dalla foto qui sopra il passo di Corna Piana risulta completamente innevato e quindi il rientro più rapido è quello di tornare sui propri passi e ripercorrere il sentiero dei fiori basso.

Il passo del Branchino è un punto caratteristico in quanto viene identificato da sempre come il confine dei tre comuni delle valli laterali. Proprio sull’anticima del Corno Branchino è situato un monumento commemorativo dell’unione e amicizia dei comuni di Ardesio, Oltre il Colle e Roncobello.

lago branchino vista aerea

“Il lago Branchino e sullo sfondo Valcanale”

Vi consiglio di non fermarvi quindi al Passo del Lago Branchino ma di salire lungo i prati fino all’anticima per ammirare dall’alto il Lago e le vallate circostanti.

corno-branchino

Hai mai percorso questo itinerario?

Appena la neve lascerà spazio alle rocce e ai detriti al di sotto della parete verticale del Corna Piana tornerò di sicuro a concludere quello che era il mio itinerario ad anello così da potervi descrivere anche la parte “alta” di questo prezioso angolo ricco di fiori e vegetazione chiamato Sentiero dei Fiori.

Se sei interessato a scoprire questo itinerario scarica la traccia GPS utilizzando il link sottostante!

Ottieni il link per la traccia GPS

Invia il file a:

I confirm that I have read and agree to the Privacy Policy.

Voglio restare aggiornato su escursioni, itinerari e nuove tracce.




  • /

Itinerario svolto in data: 10 Maggio 2020
Partenza Itinerario:
La Plassa, Oltre il Colle
Località/Valle: Massiccio Pizzo Arera
Catena Montuosa: Prealpi Orobie
Quota di partenza: 1595 mslm circa
Lunghezza Itinerario: 13 km circa
Dislivello: 560 metri circa
Disponibilità acqua: Fonti naturali non individuate durante il percorso
Punti d’appoggio: Rifugio Capanna 2000
Dove pranzare: Rifugio Capanna 2000

I contenuti e le tracce GPS presenti sul mio Blog ti sono stati in qualche modo utili? Contribuisci con una donazione libera!donazione-halo-sandro