La vista del mare, compagno di viaggio per qualche chilometro.

Pontremoli – Altopascio

Toscana, tra mare e colline verso Lucca ed oltre.

La sesta tappa di questo viaggio verso Roma ed oltre seguendo la Via Francigena parte con il piede sbagliato…

Sveglia relativamente presto per lasciare il Convento che mi ha ospitato in quel di Pontremoli per guadagnare tempo su quella che alla fine sarà una tappa da circa 140 chilometri con i primi 40 chilometri in leggera discesa se non fosse che per ben due volte ho voluto seguire la segnaletica della Via Francigena per i camminatori.

Risultato? Trovarsi in sentieri e boschi collinari con una bici da portare a mano per poi tornare sulla mia strada e seguire il fiume Magra che nella sua discesa va a sfociare nel mare.

Prime ore di confusione e incertezza sul percorso da prendere fin quando mi son deciso di seguire appunto la strada statale che mi ha condotto in quel di Aulla per poi arrivare fino a Marina di Carrara dove il mare mi tenuto compagnia per una trentina di chilometri fino ad arrivare a Pietrasanta città natale di Giosuè Carducci.

Pietrasanta

“Il centro di Pietrasanta visto dalla scalinata”

Una sosta nei pressi della cattedrale per timbrare la credenziale, un boccone sulle scalinate della piazza e poi di nuovo in sella verso Lucca passando prima da Massarossa e affrontando una salita di circa 5 chilometri che dopo quasi 100 chilometri di bici può lasciare il segno.

Arrivato nel centro cittadino di Lucca obbligatorio è stato il giro sulle mura perimetrali della città, con una visita veloce al centro cittadino affollato di turisti, il tempo di una pennicchella all’ombra di qualche pianta secolare nei pressi delle mura urbane e nuovamente in sella per ritrovare la strada maestra verso Roma.

Cattedrale Lucca

“Cattedrale di San Martino nel cuore di Lucca”

Come ogni volta che ci si “infila” in una città e si vuole, giustamente, ammirare il suo centro c’è sempre il problema di trovare nuovamente il cammino o nel mio caso la strada giusta… anche qui a Lucca le cose non son state diverse fortunatamente la struttura della città antica mi ha permesso di dirigermi facilmente presso la porta che conduceva verso Est.

Lucca e le mura

“Parte delle mura perimetrali della città antica di Lucca”

Lasciata alle spalle la città di Lucca ci si lancia in ottime ciclabili per spostarsi lentamente nel cuore della Toscana e visto l’orario ho fatto in modo di raggiugnere il comune di Altopascio quanto prima possibile dove ad attendermi c’era un posto letto presso l’ostello comunale.

  • /

Strava: link diretto attività
Itinerario svolto in data:
3 Agosto 2016
Partenza Itinerario:
Pontremoli
Arrivo Itinerario: Altopascio
Chilometri Itinerario: 140 km
Dislivello Itinerario: 860 metri circa
Dove Dormire: Magione dei Cavalieri del Tau, ostello gestito dal comune di Altopascio.